Il francese Francois Pinelli e la veneta Caterina Croze vincono la 70^ Centomiglia del Lario; Lorenzo e Andrea Bacchi sono i nuovi Campioni Italiani Offshore 5000. Assegnati a Como i titoli italiani 2019 dell’Endurance Boat Racing (classi Sport, Pro e Honda Offshore).

image_pdfimage_print

Si è chiusa ieri domenica 10 novembre, sulle acque del Lago di Como, la manifestazione  valida quale 70^ Centomiglia e quale ultima tappa del Campionato Italiano Endurance classi Sport, Boat Production e Honda Offshore e del Campionato Italiano Offshore classe 5000.

A vincere la 70^ edizione della Centomiglia del Lario è stato il francese Francois Pinelli che ha gareggiato in coppia con la veneta Caterina Croze (foto in apertura – ArchivioFIM©Massimo Ciuchi 2019).

I due piloti del Team C.R.B Offshore hanno completato i 10 giri del percorso previsto su scafo Offshore classe 5000 in 38’09.0, seguiti da Lorenzo e Andrea Bacchi, i due emiliani – padre e figlio – portacolori della Mot. Boretto Po (team “La Vida Loca”), secondi classificati su scafo Offshore classe 5000, con 10 giri in 38’36.4 e da Roberto Lo Piano e Francesco Calò, del team Venezia, terzi classificati con 10 giri in 39’08.4 (anche loro su scafo Offshore classe 5000).

Sulle acque del Lago comasco, Pinelli e Croze si sono aggiudicati anche la tappa conclusiva dell’Offshore, imponendosi rispettivamente su Lorenzo e Andrea Bacchi e su Roberto Lo Piano e Francesco Calò.

Il titolo di Campioni Italiani 2019 Offshore classe 5000 è andato però all’equipaggio della Mot. Boretto Po di Lorenzo e Andrea Bacchi.

Argento tricolore al francese Francois Pinelli; bronzo all’equipaggio di Roberto Lo Piano – Mario Di Cosmo.

Per Lorenzo Bacchisi tratta  del 3° titolo italiano conquistato in carriera nell’Offshore 5000, dopo quelli arrivati nel 2017 (in coppia con Giovanni Carpitella) e nel 2018 (in coppia con Andrea Bacchi).

Per l’Endurance Boat Racing, nella classe Sport, nessun problema per i leader di classifica, Christian Cesati e Matteo Bruatti.

Cesati e Bruatti, portacolori del Club Nautico Gabbiane, hanno dominato il Campionato, aggiudicandosi anche la gara di Como e confermandosi Campioni Italiani 2019 con 1500 punti finali. A Como, si è lottato per la conquista dell’argento e del bronzo tricolore.

Secondo posto sul podio e medaglia argento (con 1000 punti) a Rosario Longo, portacolori dello Yatch Club Como MILA – CVC, che ha gareggiato con il belga Francis Notschaele. Achille Mazzucotelli e Carla Buzzi (equipaggio del Verbano Yacht Club), hanno chiuso terzi classificati di giornata ottenendo il bronzo italiano 2019 in questa classe (con 950 punti).

Nella classe B – Pro, il titolo di Campioni Italiani 2019 di categoria è andato ai leader di classifica Diego e Massimiliano Testa, il duo campano del Circolo Canottieri Napoli (a quota 1200 punti). I Testa, nella gara lombarda si sono imposti su Giovanni Micheli e Mario Cosma, rispettivamente 2° e 3° classificati di giornata.

Nella classifica Finale della classe Pro, argento al veneziano Mario Cosma (657 p.), mentre il bronzo tricolore è andato al romano Simone Balducci, rimasto a quota 525 punti. 

Nella classe Honda Offshore, il titolo di campione italiano 2019 è finito nelle mani del romano Simone Balducci (Tommy Offshore SSD); Balducci, assente a Como, aveva matematicamente vinto al termine della penultima tappa del Campionato, a Ragusa il 5-6 ottobre scorso, con 1000 punti nella classifica finale.

A Como si è dunque lottato per l’argento e il bronzo tricolore: a vincere la gara lombarda è stato Giovanni Micheli, che ha regolato rispettivamente Mario Cosma (Ass. Mot. Venezia) e Denis Scarpi (GSN Porto Naonis).

Cosma si è così aggiudicato l’argento tricolore (con 869 punti), mentre il bronzo è andato a Denis Scarpi (a quota 525 punti).



X